Loading
QBAR Padova

Chi siamo

Disposto su due piani, il Q si sviluppa su cinquecento metri quadri sapientemente arredati dall’architetto Massimo Cadamuro dell’omonimo Studio Kadamura di Milano. Diverse sale: quella lounge bar e dinner, dove prima c’era la platea del cine al piano terra, dove trovano spazio anche il palco e la “pista”.

Sul soppalco al primo piano, ex galleria, l’area ristorante, un bar e i privèè contraddistinti dalle grandezze e dai colori dell’arredamento: white, red, e black, più una suite, tavolo per 12 commensali all’interno di una stanza di vetro insonorizzata con musica e bagno privati, per incontri di lavoro e party privatissimi…

Catalizzano gran parte dell’attenzione il magnifico lampadario realizzato dagli artisti artigiani Raimondo Ruggeri e Rossano Torresan di Treviso con 2.400 perle di cristallo Swarovski posizionato dopra il bar e i 9 maestosi lampadari in acciaio inox e paralume a tronco di cono in tessuto tecnico plissè realizzati in esclusiva per Q Quality Lounge di Flos nella sala principale. Sul bancone bar d’ingresso invece fanno bella mosra di sè tre lampadari ”Light Shade” disegnati dall’olandese Jurgen Bey dell’equipe Drog Design, per Mooi, avanguardistici cilindri in acetato a specchio semitrasparente che lasciano intravedere chandelier a gocce.

Tra il primo e il secondo piano, al centro della scala, trova la collocazione ideale una video-istallazione-scultura, sostanzialmente una proiezione di fantasie grafiche digitali su una superfice sferica che cola dal soffitto. Su una parete la grande opera “Prospettiva interiore” dipinta da Raffaele Ciuffi. Le poltrone e divani sono della linea Steel prodotta dalla Moroso.

Riecheggia qua e la la anche la celebre fantasia Small-dot anni 50 dei designers americani Charles e Ray Eames che diventa tessuto per altri divani e poltroncine nell’area lounge, motivo serigrafato e scolpito anche sul banco bar, sugli specchi dei bagni e in varie vetrate.

Particolarissimi e degni di citazione le toilettes con rivestimenti in mosaico metallico della serie Metallismo, prodotto dalla Sicis, raggiungibili attraversando il suggestivo corridoio luminoso, che come un gate-gallery mostra una composizione grafica di farfalle serigrafata su vetro opera del veneziano Roberto Serena di Photo Gallery che firma anche le altre gigantografie inserite nelle vetrine d’ingresso e sparse per il locale.